Come avere denti sani ed un sorriso bello? Quali sono le regole dell’igiene orale dei denti?

QUANTE VOLTE LAVARE I DENTI?

Non poche volte e neanche tante! Tutto dipende da diversi fattori, come per esempio: se indossiamo l’apparecchio, se abbiamo appena avuto un intervento dal dentista. In altri casi solitamente basta lavarli 2 massimo 3 volte al giorno. Superando questo limite rischiamo di rovinare lo smalto dentale.

QUALE SPAZZOLINO SCEGLIERE?

Ho esperienza con tre tipi di spazzolini: manuale, elettrico e sonico. Fino a qualche anno fa utilizzavo solo quello semplice credendo che gli altri fossero troppo aggressivi per i miei denti. Poi ho provato per la prima volta lo spazzolino elettrico e ho sentito una grande differenza nella pulizia dei denti. Le testine rotanti fanno movimenti circolari e sono più efficaci di un spazzolino manuale che fa solo un tipo di movimento. Quelli sonici invece sono solitamente più grandi ed agiscono sul principio delle onde sonore che portano la testa in vibrazioni e rendono il lavaggio ancora più dinamico.

SPAZZOLINO SONICO O ELETTRICO?

Il mio dentista mi ha consigliato quello sonico. Assieme al mio marito stiamo utilizzando Philips Sonicare DiamondClean che offre fino a 62.000 movimenti delicati ma efficaci. Grazie a questo i microgranuli di dentifricio raggiungono anche punti difficili e molta più placca viene rimossa rispetto a un normale spazzolino da denti. La cosa fondamentale per me è che grazie a queste vibrazioni lo spazzolino lava bene i denti senza doverlo premere troppo. Alcune persone sono contrarie allo spazzolino elettrico dicendo che danneggia le loro gengive, ma penso che semplicemente o le premono troppo o l’hanno scelto spazzolino sbagliato. La mia esperienza con Philips Sonicare è esattamente contraria. Proprio con lo spazzolino manuale oltre a non riuscire a pulire i denti a sufficienza spesso soffrivo di sanguinamento delle gengive perché lo pressavo troppo. Philips Sonicare ha un sensore di pressione che ti avvisa quando lo premi troppo forte. Con esso sento di avere i denti puliti come mai prima.

COSA HA DI PARTICOLARE IL MIO SPAZZOLINO PHILIPS

Inanzitutto nella confezione vi sono due spazzolini, uno bianco ed uno nero dedicato al vostro partner. Ogni spazzolino viene fornito con due punte intercambiabili DiamondClean adatte alla forma dei denti e delle gengive per pulire molto delicatamente, ma con grande efficacia. In effetti da quando lo usiamo nessuno di noi ha mai notato il sanguinamento gengivale.

Lo spazzolino ha 5 programmi di pulizia:

• modalità Clean, per un’eccezionale pulizia quotidiana,
• Gum Care, per massaggiare delicatamente le gengive,
• Deep Clean, per una pulizia profonda,
• Sensitive, per una pulizia delicata delle gengive sensibili,
• White, la modalità ideale per rimuovere le macchie superficiali.

Credetemi o no ma la modalità White può sbiancare i denti da due tonalità in una settimana, e questo è un assoluto vantaggio per chi è grande amante del caffé o té. Invece la Deep Clean è fantastica per chi fuma, come mio marito d’altronde 🙂

tooth-2414909_1920-1024x350 Come prendersi cura dei denti? Vademecum dell'igiene orale
Denti più bianchi

Inizialmente per abituarsi a questo nuovo sistema dell’igiene orale vale la pena cominciare con la modalità Sensitive e poi man mano scegliere le altre fino a quella più potente. Lo spazzolino ha un timer integrato che indica quando cambiare la zona da pulire in bocca e spegne il dispositivo dopo il tempo assegnato alla modalità scelta. Naturalmente, non c’è nulla che ti impedisca di accendere di nuovo lo spazzolino se tu lo ritenga necessario.

La durata della batteria caricata in pieno è di circa 3 settimane, quindi non è necessario tenere lo spazzolino sempre sotto carica. La vera chicca è l’elegante bicchierino che faccia da stazione di carica. Ovviamente possiamo utilizzarlo anche come un semplice bicchiere per risciacquo. Le custodie da viaggio invece hanno la stazione di ricarica già incorporata e risultano molto utili per mantenere il nostro spazzolino a riparo dalla polvere e quanto segue. 

L’uso degli spazzolini elettrici è diventato per noi non solo un’abitudine, ma anche uno stile di vita.

QUALE DENTIFRICIO SCEGLIERE?

La maggior parte dei dentifrici che compriamo al supermercato non è adatto all’uso quotidiano. Tutto perché hanno un alto indice di abbrasività (RDA) che distrugge lo smalto dei denti. Solo alcuni che possiamo acquistare in farmacia sono nella norma. Il secondo fattore che dovrebbe interessarci è la quantità di fluoro (PPM). La minima è 1450 ppm. Per quanto riguarda la nocività del fluoro non vorrei esprimermi, leggo molti articoli su questo argomento ma abbastanza contraddittori, quindi non saprei cosa pensare effettivamente. Non saprei completamente rifiutare di utilizzare il dentifricio con fluoro, ma non uso solo esso, mi piacciono anche i dentifrici a base di erbe. 

Altri prodotti per l’igiene orale per me fondamentali sono filo interdentale e collutorio. Li uso dopo aver lavato i denti ma anche dopo aver mangiato se sento in particolare qualche fastidio. In passato trascuravo questo passaggio, ma oggi so quanto è importante anche se gli spazzolini puliscono gli spazi interdentali in modo completo. Il collutorio uso prima di dormire perché aiuta ad eliminare i batteri anche durante la notte.

toothpaste-3067569_1920-1024x683 Come prendersi cura dei denti? Vademecum dell'igiene orale
Quale dentifricio scegliere?

LE VISITE DAL DENTISTA SONO IMPORTANTI?

Da bambina per me dentista era come il cattivo mostro dei cartoni animati o i miei incubi notturni. Ogni visita era un dramma e cosi ho trascurato per molti anni i miei denti. Igiene orale quotidiana non bastava per avere il sorriso bello e i denti sani. Purtroppo questo mi ha portato ad avere grossi problemi da grande e non parliamo di soldi quanti ne ho spesi per curare i denti trascurati nella infanzia. Da quando ho trovato uno preferito, quello che mi capisca, che sappia come eseguire il trattamento ho salutato tutte le mie paure. Non nascondo, le sedute dal dentista non sono delle più piacevoli, ma basta trovare una persona che vi sappia prendere non avrete mai più paura di andarci.

chair-2584260_1920-1024x683 Come prendersi cura dei denti? Vademecum dell'igiene orale
Le visite dal dentista

Ora so che sia d’obbligo andarci una volta all’anno per il controllo dei denti e se necessario gli trattamenti come rimozione della placca. I denti curati 365 giorni all’anno garantisco un aspetto migliore e sopratutto danno molta stima in se stessi, non è solo questione d’estetica. Basta un dente da curare per avere problemi in intero corpo portando varie malattie.

Quindi non trascuriamo l’igiene orale per risparmiare il denaro perché in futuro ne spenderemo ancor di più per salvare il nostro sorriso. Spero che questo post abbia potuto aiutarvi e che possa far splendere anche il vostro sorriso!

#postsponsorizzato

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto