Louis Vuitton – il marchio di lusso.
La mia avventura con il marchio Louis Vuitton è iniziata più di 3 anni fa, quando ho ricevuto da mia zia la sua datata borsa vintage speedy25 monogram. La borsa ha avuto più di 15 anni e non ho potuto credere come sià possibile che una borsa abbia sopravvissuto cosi tanto tempo nelle condizioni perfette. In tante sapete che questo modello di borse è fatto maggiormente in materiale chiamato tela, e solo alcune delle loro parti sono realizzate in vera pelle, ma lo stesso resistono nel tempo ed anzi ne guadagnano di bellezza.
Mi sono innamorata!
Eh si, potre anche dire, ci sono cascata anch’io!
La indossavo ovunque, a portata di mano, piccola ed è stato impressionante quanto era capiente nonostante le sue dimensioni. Poi che ve lo dico a fare, una speedy vintage ha il suo fascino, con gli elementi in vacchetta mielati, altro che la borsa nuova, non vissuta e “senza l’anima”.
“L’appetito vien mangiando” e ho pensato che era arrivato il momento di comprare una borsa più grande e ancor più capiente, ma ovviamente non potevo permettermi di acquistarne nuova. Ormai da sempre monetizzo per i miei nuovi acquisti vendendo le mie borse usate. Così ho venduto la mia prima speedy25 ed essendo vintage è stata ben quotata quindi ho ottenuto denaro sufficiente per acquistarne una speedy30, però questa volta ho optato per la versione damier azur, che ho sognato. Certo, la borsa che ho comprato era di seconda mano, ma in pratica nello stato perfetto. Ho deciso che in futuro acquisterò una borsa direttamente dal negozio/sito solo dopo aver compreso meglio le diverse varianti. Proprio per questo motivo il metodo ideale era comprare una borsa usata. Ogni dimensione di “speedy” è diversa quindi volevo controllare quale variante farebbe per me.
Mia speedy30 era molto più bella perché chiara e più grande, con le stesse maniglie e gli altri elementi in pelle vacchetta come la monogram. Caratteristici quadratini erano molto più delicati e meno alla vista che il famoso logo.
Look intero potete vedere nel mio post CLICK QUI
La damier azur l’ho tenuta 3 mesi e poi ho deciso, la vendo! hahah
Ad oggi sono sicura che per quanto riguarda una borsa da utilizzare quotidianamente questo variante decisamente non fa per me. Si sporca facilmente e non sarà adatta ad essere indossata 365 giorni ad anno. Qui ci vuole un colore più scuro.
In quel momento, mi sono chiesta: “E adesso cosa comprerò?” Ho deciso di investire i miei soldi in qualcosa di nuovo, “mio” dall’inizio alla fine e così ho iniziata la mia piccola collezione…
Nel prossimo post sul marchio Vuitton vi mostrerò il mio primissimo acquisto direttamente dal sito, ovvero il mio autoregalo natalizio (d’altronde l’avete già visto sul mio profilo Instagram).
Stay tuned!
 #questo post non è stato sponsorizzato
Similar Posts

7 Comments

  1. certo che sono molto belle le borse Louis Vuitton, belle ma anche care…… Per il momento io mi accontenterei di una……

  2. ma come si potrebbe fare a meno di una borsa della Louis Vuitton, sono tutte molto belle…..

  3. adoro tutta la collezione louis vuitton ,anche io possiedo la stessa borsa e la adoro

  4. non ne ho mai posseduta una ma conosco una ragazza che ne ha due o tre e le usa da anni e si trova benissimo! sono curiosa di vedere il tuo acquisto!!!

  5. Le borse loius Vitton sono un must sempre di moda mi piacciono molto

  6. le borse vitton, sono davvero stupende, ma davvero molto care e spesso si ricorre ad alternative, e questa dell’usato perfetto mi piace davvero tanto

  7. Una Vuitton è per sempre! Peccato io non abbia una zia così generosa!! Mi piace molto il bauletto che ti ha regalato, è un evergreen!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *