Quali sono le più diffuse malattie delle unghie e come riconoscerle?

L’estate è un periodo in cui possiamo contrarre la micosi delle unghie dei piedi o delle mani. Questo disturbo è oneroso e difficile da eliminare, motivo per cui la prevenzione è la cosa più importante.

Sintomi che dovrebbero preoccuparci

Alcuni fattori rendono l’ambiente del piede più amichevole allo sviluppo dei funghi. Ogni sintomo di lesioni cutanee come prurito o arrossamento merita di essere studiato perché è più facile eliminare la infezione fungina dalla pelle che le unghie.

I disturbi si manifestano in diverse fasi. Scolorimento che poi inizia a scurirsi per assumere infine un colore marrone (anche nero) è uno dei primi segni. La unghia diventa più spessa del solito oppure comincia a stratificarsi. Spesso non solo aspetto è sgradevole ma anche l’odore. In questo momento non abbiamo più dei dubbi.

Chi può contrarre la micosi delle unghie?

Contrariamente all’opinione popolare, la micosi non è il risultato di sporcizia e mancanza dell’igiene. Uso eccessivamente frequente di sapone con pH troppo alto può indebolire la microflora naturale della pelle e renderla più suscettibile alle infezioni fungine. Molto spesso, le infezioni fungine si verificano in luoghi come piscine, saune e zone di balneazione. Naturalmente, non tutti i contatti devono finire con l’infezione, ma quando il germe colpisce la pelle danneggiata e il sistema immunitario indebolito non può far fronte al patogeno, l’infezione inizia a svilupparsi.
Lesioni non trattate allargano la loro area e diventano un problema serio. Il loro trattamento richiede molta pazienza e regolarità.

Le più suscettibili alle infezioni fungine sono le persone:

  • con il diabete,
  • obese,
  • soggetti a disturbi del sistema immunitario, ormonali,
  • con malattie circolatorie,
  • quali sono sotto la cura con steroidi o citostatici.

toe-nails-1564964_1920-1024x683 Onicomicosi e Onicodistrofia, le malattie delle unghie più diffuse

Onicodistrofia

Si manifesta con un’alterazione del trofismo dell’unghia con cause diverse e comprende anche un cambiamento morfologico dell’unghia. Può interessare le unghie dei piedi che delle mani.

Il disturbo si riconosce per via delle alterazioni della matrice ungueale o delle strutture che circondano l’unghia. La lamina ungueale può modificarsi a causa del ridotto apporto di sostanze quali minerali, sopratutto di ferro (utile per la costituzione dell’unghia). Onicodistrofia può capitare anche a seguito di eventi traumatici, microtraumi (causati dall’attività sportiva o dall’uso prolungato di calzature eccessivamente strette) di lieve entità ma ripetuti nel tempo. Per esempio onicodistrofia traumatica dell’alluce.

Uno dei motivi più frequenti è la sollecitazione meccanica ripetitiva delle cuticole e della regione matriciale dell’unghia per esempio durante la manicure effettuata dalle persone inesperte. Le unghie affette da onicodistrofia presentano uno sviluppo difettoso: la loro superficie risulta frastagliata e ondulata, si rompono e si scheggiano più facilmente.

È fondamentale individuare la causa dell’alterazione  perché la distrofia dell’unghia non è causata, solo da un’infezione fungina o batterica come l’onicopsoriasi. In caso di distrofia ungueale le unghie diventano più fragili, tendono a rompersi, scheggiarsi o sfaldarsi. La loro superficie appare frastagliata e ondulata e il colore alterato da giallo a grigio opaco. A differenza di altre malattie fungine l’onicodistrofia può colpire una sola unghia, principalmente del pollice o l’alluce.

Onicomicosi

Chiamata anche la micosi, è un’infezione dell’unghia causata da funghi dermatofiti. Molto raramente l’infezione può essere causata da muffe e lieviti. Colpisce più frequentemente le unghie dei piedi che delle mani, che oltre all’aspetto sgradevole delle unghie provoca anche fastidio o dolore. Inizialmente le unghie diventano più opache, si macchiano o cambiano colore diventando gialle, verdi o marroni per progressivamente ispessirsi e sfaldarsi o spezzarsi. Nei casi più gravi l’unghia si deforma, si solleva o cade.

Anche in questo caso la micosi dell’unghia può essere favorita da traumi alle unghie anche se lievi, ma ripetuti, fragilità delle unghie, crescita rallentata delle unghie che spesso caratterizza l’età avanzata, familiarità, diabete, riduzione delle difese immunitarie, iperidrosi (sudorazione eccessiva), malattie vascolari periferiche.

Le unghie fanno parte del nostro corpo, non trascuriamole. Impariamo a riconoscere i sintomi della micosi ed utilizziamo i prodotti indicati per curarla.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto