Il profumo Narciso Rodriguez è una delle mie fragranze preferite. Il colore lattiginoso del liquido deve riflettere il candore del ciottolo, trovato dal designer sulla costa cipriota, nel luogo considerato il luogo di nascita di Afrodite. 
Questa fragranza sicuramente non è per tutti. Muschio, gardenia, cedro e vetiver e rosa bulgara.  Per me è un'ottima combinazione per la stagione autunnale e invernale.  Ha un profumo intenso, speziato, leggermente terroso-legnoso ma allo stesso tempo dolce e femminile.  Mi piace questo profumo perché mi sento sicura quando lo indosso. Non è pesante ma non si lascia dimenticare. Sulla mia pelle, i profumi hanno sempre un odore molto più leggero rispetto alla pelle dei miei amici, ecco perché adoro le fragranze che si armonizzano con me proprio come questa. Mi sono innamorata di questa fragranza 3 o 4 anni fa.  Non riesco ad immaginare un giorno in cui la temperatura scende sotto i 15 gradi, fuori è grigio e cupo ed io sono senza Narciso! Mi da la carica, buonumore. Perchè non lo provi anche tu? 
Note di fragranza:
 Nota di testa: Gardenia, Rosa bianca
 nota di cuore: muschio
 nota di fondo: vetiver, estratto di cedro bianco, cedro

#profumicitta
#narcisorodriguez 
#narcisorodriguezparfums 
#profumi 
#narciso

@profumicitta.it

Il profumo Narciso Rodriguez è...

Questa settimana grazie a @mybeautyadvisor e @bourjoisitalia ho potuto testare 2 nuovi rossetti morbidi come la seta e super idratanti RougeFabuleux 
Ecco il colore 03 Bohemian Raspberry, il mio preferito!

Vi ricordo che myBeauty organizza molte iniziative come questa, basta iscriversi 🙂

#myBeauty4Bourjois
#TestatoSumyBeauty
#Bourjoisitalia 
#BenvenutoBourjois
#RougeFabuleux #rossetto #nude #nudemakeup #rossettonude #bourjois #bourjoisparis #bourjoislipstick #lipstick #lipstick💄

Questa settimana grazie a @mybeautyadvisor...

La Mamma, genitore 2in1, un amica...per me la persona piu importante in assoluto su questo mondo! 
Le gioie, i dolori, litigi e risate infinite...niente puó separarci! 
#lamammaèsemprelamamma #lamammaesolouna #lamamma #mamma #mama #mum #mummy #mymum #mymummy #mamaija #meandmum #instamum #instamommy #instamama #instamamma

La Mamma, genitore 2in1, un...

Il tempo passa in fretta...troppo in fretta... #thinking #life #aboutme #timeistickingaway #littleme #bigme #menow #memories #mebefore

Il tempo passa in fretta...troppo...

Setas de Sevilla chiamata anche Metropol Parasol, è una struttura a forma di pergola di legno e cemento sito nella centrale Plaza de la Encarnaciòn a Siviglia in Spagna. L’opera di architettura contemporanea più imponente di Siviglia. Nel seminterrato si trova l’Antiquarium con i resti dell’antica città romana, mentre dall’ultimo piano si può ammirare un panorama a 360* sulla città. 
#metropolparasol #setasdesevilla #siviglia #sewilla #seville #plazadelaencarnacion  #spain #spanish #artecontemporanea

Setas de Sevilla chiamata anche...

Passando dalla Cattedrale si può salire in cima alla Giralda fino a 70 metri di altezza e dominare tutta la città di Siviglia. 
La Giralda (detta anche torre del Balistrieri) nonostante la sua autonomia, esercita la funzione di torre e campanile della cattedrale di Siviglia. È un patrimonio dell'umanità dal 1987. La sua base si trova a 7,12 metri sul livello del mare, ha 13,61 metri di lato ed un'altezza di 104,06 metri. Venne costruita basandosi sull'aspetto del minareto della moschea Kutubia di Marrakech (Marocco), anche se la chiusura superiore e la torre campanaria sono in linea con il Rinascimento europeo (wikipedia). #lagiralda #lagiraldasevilla #siviglia #sevilla #sewilla #spain #spanish #cattedraledisiviglia

Passando dalla Cattedrale si può...

La cattedrale di Santa Maria della Sede di Siviglia (in spagnolo: Catedral de Santa María de la Sede de Sevilla) è una delle più grandi cattedrali gotiche del mondo occidentale, edificata sull'antica moschea di Almohadi.

#cattedrale #cattedraledisiviglia #cattedralesiviglia #siviglia #sevillecathedral #seville #sewilla #gothic #gothicarchitecture #architecturespain #spanisharchitecture #spain

La cattedrale di Santa Maria...

Patio de la munecas, il patio delle bambole. Il luogo in cui le piccole principesse si recavano per dedicarsi ai propri giochi.

#siviglia #sevilla #sewille #realalcazar  #realalcazardesevilla #patiodelasmunecas #spain #spagna #spagna🇪🇸 #architetturaraba

Patio de la munecas, il...

Moda e shopping, dall’antica agorà all’e-commerce

Lo shopping – antidoto per lo stress o un’attività che fa la parte della cultura? Evoluzione della moda e l’e-commerce. Saldi e sconti

Ci sono piccoli grandi momenti in cui lo stress e le difficoltà del vivere quotidiano possono essere messi da parte, ritagli di tempo che hanno la strana capacità di rilassare corpo e mente. Tra queste attività è possibile annoverare senza dubbio lo shopping, ovvero quella ricerca vorticosa – da un negozio all’altro – di capi d’abbigliamento, calzature ma soprattutto borse a prezzi interessanti. Lo shopping, per definizione, è più bello se fatto in compagnia. E a dirlo è direttamente la Storia, dal momento che fin dall’Antica Grecia era consuetudine recarsi al mercato nell’agorà insieme a parenti o amici alla ricerca di spezie, vasi e tessuti. L’evoluzione di questa pratica collettiva va di pari passo con lo sviluppo del commercio e degli scambi. Nel Medioevo, ad esempio, si fanno largo le fiere ovvero i primi mercati ambulanti, capaci di richiamare grande attenzione e compratori anche da molto lontano.

La Storia racconta l’evoluzione dei costumi

Quelli che noi oggi chiamiamo ‘digital advertising’, espressione del più moderno concetto di pubblicità, erano rappresentati da saltimbanchi e musicisti che attiravano le persone dai venditori. Poi con l’arrivo del Rinascimento si fa strada il concetto del consumismo: si cercano insomma modi sempre nuovi per incuriosire e fidelizzare i clienti, specie in relazione a oggetti particolari come i gioielli e le pietre preziose. Passa il tempo e il commercio cambia ancora: con la Rivoluzione Industriale arrivano sconti e offerte, che daranno nuovo impulso ai mercati (e allo shopping) stimolando le leggi di domanda/offerta. Si iniziano così a selezionare gli acquisti anche in base al loro prezzo, tramite confronti dal vivo. Infine arriverà un nuovo e attualissimo banco di prova, quello dell’e-commerce, capace di stravolgere (ancora una volta) tutte le regole. I saldi sono il sale dello shopping, quando compaiono le indicazioni di sconti e ribassi si scatena la fantasia: prodotti d’alta moda presentano prezzi più accessibili come le borse Fendi in saldo, mentre oggetti hi-tech ed elettrodomestici utili a semplificare la vita quotidiana smettono di essere tabù perché troppo costosi. 

Le regole del mercato tra promozioni, pubblicità e saldi

Il concetto di shopping così come siamo abituati a intenderlo oggi si sviluppa in particolare nel secolo scorso e ‘dialoga’ con uno speciale interlocutore, la personalità femminile. La passione per i dettagli e il desiderio di impreziosire gli outfit in modo da catalizzare gli sguardi altrui sono ingredienti imprescindibili. E anche se molte delle attività legate allo shopping adesso si svolgono online (le app per smartphone sono l’Abc per chi ama la moda ‘in mobilità’), il piacere di fare acquisti con le amiche resta. Se facciamo un passo indietro vedremo che, poco prima dell’avvento dell’e-commerce, c’è stata anche la parentesi della vendita per corrispondenza. Nella cassetta della posta comparivano i cataloghi che vendevano un po’ di tutto, dall’intimo all’oggettistica per la casa: una tendenza d’acquisto che ha caratterizzato la fase dal Dopoguerra fino agli anni Novanta. E’ in quest’ultimo periodo storico che si piazza poi il boom dei centri commerciali, con le loro gallerie di negozi. All’orizzonte adesso ci sono sempre nuove tecnologie, da sviluppare nel nome dell’intelligenza artificiale e dell’Internet of things (letteralmente ‘internet delle cose’) per connessioni ‘smart’ anche nella vita domestica.

Leggi anche: Come evitare lo shopping compulsivo?

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

6 Comments
  • Elly
    10 Febbraio, 2020

    La tecnologia ha cambiato tutto secondo me in meglio ho apprezzato tanto il tuo articolo non è per niente banale

  • Cristina B.
    14 Febbraio, 2020

    Non potrei più vivere senzala comodità del commercio elettronico ma mi piace molto anche andare nei mercatini e girare tra le bancarelle alla ricerca del pezzo unico

  • LISA
    14 Febbraio, 2020

    Che bello questo articolo, mi è piaciuto sapere di come si sia arrivati alla moderna pubblicità, partendo dai saltimbanchi fino al digital advertising, molto brava 🙂

  • Roby
    15 Febbraio, 2020

    Ricordo benissimo la vendita per corrispondenza, molti erano scettici e non si fidavano ad acquistare per paura di possibili truffe. Ora le stesse persone acquistano spesso online, magari addirittura da smartphone!!!
    La tecnologia ci ha proprio cambiato la vita!

  • maria boiano
    15 Febbraio, 2020

    un articolo davvero interessante, io sono molto tecno e ammetto che i miei acquisti per la maggiore si svolgono sul web, anche se mi piace ancora girare per i negozi

  • Anna
    17 Febbraio, 2020

    Interessante questo tuo articolo…. io nonostante la mia dipendenza dal web acquisto sempre presso i classici negozi ….sono mentalità all’antica…. mi piace toccare ciò che acquisto

Previous
Qual è il modo migliore per spostarsi a Parigi? – trasporto pubblico
Moda e shopping, dall’antica agorà all’e-commerce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: